Benvenuto!

Design

Marta Laudani e Marco Romanelli
Marta Laudani e Marco Romanelli, architetti, collaborano dal 1986 negli studi associati di Roma e Milano. Sono operativi nei campi del design (tra gli altri per Driade, Fiam, Laboratorio Pesaro, O luce, Salviati, Glas), dell’architettura degli interni (i loro lavori sono stati pubblicati dalle principali riviste italiane e internazionali e, nel 2004, hanno partecipato alla Biennale di Architettura di Venezia nella sezione “Notizie dall’Interno”), dell’exhibit design (si ricorda l’importante antologica “Gio Ponti: a World” al Design Museum di Londra e alla Triennale di Milano, nel 2002-2003; nel 2005, “Axolute Style Tech”, alla Triennale di Milano, su incarico di B ticino e, nel 2008,a Tokyo, “Bruno Munari: vietato l’accesso agli addetti ai lavori”).


Tommaso Caldera
Nato nel 1986, si laurea nel 2012 in Disegno Industriale al Politecnico di Milano. Lavora per 3 anni, dal 2008 al 2011, nello studio di Odoardo Fioravanti  per poi approdare nel 2012 a New York, nello studio di Jonathan Olivares. Nello stesso 2011 comincia la collaborazione con aziende italiane che lo porta a presentare i suoi primi prodotti da designer indipendente al Salone del mobile 2012.


Karen Chekerdjian
Di origine armeno-libanese, Karen Chekerdjian, si laurea presso la Milano Domus Academy nel 1997 con un Master in Product Design e Design Direction. Il suo percorso nel design industriale arriva dopo altre esperienze nei settori cinematografico, pubblicitario e di graphic design. Dopo la laurea, lavora a Milano per un certo numero di anni. Nel 2001, tornata a Beirut, fonda il Karen Chekerdjian Studio. Inizialmente dedicato a esplorare nuove idee nel design, lo Studio si è progressivamente concentrato sulla produzione di mobili e oggetti di uso quotidiano in piccole serie, edizioni limitate e made-to-order. Il suo lavoro è stato esposto in una serie di mostre internazionali, tra le quali Utopi (Copenhagen), Al di là del mito (un pan-europeo show, Promosedia 2007 (Milano), del Nord Luci (Tokyo), ECHO (Beirut) e presso diverse gallerie, dalla Miyake Issey Foundation di Tokyo allo Spazio Orlandi Gallery di Milano fino alla Galleria Sfeir-Semler di Beirut.
Per Valsecchi 1918 ha disegnato la seduta/sgabello Papillon.


Davide Anzalone e Tommaso Bistacchi
Lo studio ANZALONE+BISTACCHI, nato nel 2009 dalla collaborazione tra Davide Anzalone (Porto Recanati, 1980) e Tommaso Bistacchi (Milano, 1982), si occupa di industrial e product design a 360 gradi. Davide, dopo la specializzazione in Product Design alla FH Joanneum di Graz, è freelance nel settore dell'innovation design e consumer electronics.
Tommaso, dopo esperienze tra Danimarca e Olanda, a 26 anni è freelance e si occupa di product design affiancando autoproduzioni a collaborazioni con aziende e designer.


Francesco Faccin
Francesco Faccin nasce nel 1977 a Milano. Nel 2003, dopo aver frequentato l’Istituto Europeo di Design , lavora nello studio di Enzo Mari. Nel frattempo inizia l’attività come designer indipendente collaborando con aziende italiane e straniere come Tod’s, Segis, .Dal 2004  sviluppa progetti auto-producibili in piccola serie. Lavora in stretta collaborazione con gli artigiani, attento a controllare personalmente tutte le fasi dello sviluppo del prodotto e appassionandosi alle problematiche del progetto, in particolare a quelle che si riferiscono al legno e al lavoro artigianale.


Nicola De Ponti
Nicola De Ponti nasce a Milano nel 1971, e si laurea in Architettura al Politecnico di Milano nel 2000. Dal 1996 al 1999 collabora a più riprese con lo studio di architettura e design Tusquets, Diaz e Asociados di Barcellona, indirizzando la propria formazione alla progettazione architettonica.